a transcreation per le aziende – che cos’è e come si usa?

Quando si progetta di entrare in un nuovo mercato estero con i propri prodotti, si può decidere di scegliere un semplice servizio di traduzione di annunci, slogan, post e altri messaggi destinati ai nuovi clienti. Tuttavia, potreste non essere soddisfatti del risultato, perché scoprirete rapidamente che non ci sarà molto interesse per il vostro brand. Ciò sarà probabilmente dovuto al fatto che non avrete garantito una corretta transcreation. Che cos’è? Come può essere utile alle aziende? Ora ve lo spieghiamo.

Che cos’è la transcreation e in che modo è diversa dalla traduzione?

Guardando la questione solo dal punto di vista della definizione, la transcreation ha origine dalla versione inglese della frase “traduzione creativa”. Si differenzia dalla traduzione standard per il fatto che non solo le parole vengono tradotte, ma anche il contesto, il colore, il logotipo e persino interi slogan e frasi. Pertanto, la premessa fondamentale della transcreation non è solo quella di consentire al destinatario di comprendere il contenuto, ma soprattutto di evocare per lui/lei associazioni positive. Lo scopo è quindi completamente diverso da quello di una traduzione regolare.

Che ruolo hanno le emozioni nella percezione del brand?

Dal punto di vista del marketing, la questione più importante è la transcreation del marchio per le esigenze dei mercati esteri. Questo vale in particolare per quelle aziende la cui posizione sul mercato nazionale è già ben consolidata e l’immagine del brand viene accolta in modo molto positivo. Ciò si riflette direttamente nella generare emozioni positive tra i clienti, il che contribuisce in modo significativo a migliorare i risultati di vendita.

Come prepararsi alla transcreation del marchio?

Quando si decide un’espansione all’estero dell’azienda, bisogna assicurarsi di creare emozioni altrettanto positive nel nuovo mercato. Da questo punto di vista, la sola traduzione standard dei testi non sarà sufficiente, perché con tale servizio vengono tradotte solo le parole e non il vero messaggio che veicolano. Tuttavia, le emozioni dei clienti del brand sono influenzate da un numero significativamente maggiore di elementi rispetto al contenuto dei messaggi. Quindi, se state pensando di entrare in un nuovo mercato estero, considerate la transcreation per l’intero brand, compresi i contenuti di marketing e tutta l’identità visiva. In questo senso sarebbe un’ottima idea individuare tutti gli elementi che mostrano la massima efficacia in termini di generazione di associazioni positive con i clienti esistenti. Certamente, questo richiede una ricerca e un’analisi pertinente di tutte le statistiche disponibili. Anche se può essere un po’ problematico e richiedere tempo, vale la pena intraprendere questo sforzo. Ciò che otterrete in questo caso è il fatto che il rischio di commettere un errore legato alla vostra immagine sarà notevolmente ridotto già all’inizio della vostra espansione.

Transcreation del brand – cosa cercare?

Indipendentemente dalla natura dell’attività che gestite, ci sono diverse questioni su cui dovete sempre essere particolarmente attenti durante la transcreation. Questo vale in particolare per lo slogan, i colori e il design del prodotto. L’esperienza ha dimostrato che anche i più grandi marchi come McDonald’s o Puma possono commettere grossi errori in questi settori.

Transcreation dello slogan – come fare?

La questione di base che richiede grandi competenze linguistiche e conoscenza del mercato locale è la transcreation dello slogan. Questa difficoltà è causata principalmente dalla peculiare natura di tali messaggi. Di solito sono formulati sotto forma di brevi frasi o parole isolate che hanno lo scopo di informare il pubblico sui valori del marchio, ai quali l’azienda presta particolare attenzione, e a volte sono semplicemente destinati a catturare l’attenzione del destinatario. Ecco perché in pratica esistono molte forme diverse di slogan, ma hanno sempre una cosa in comune: contengono un’enorme quantità di informazioni.

Che cosa significa non usare la transcreation?

Si possono trovare diversi esempi di come NON si dovrebbe tradurre uno slogan. Anche grandi e riconosciute aziende come McDonald’s commettono qualche errore. Quando è entrata nel mercato cinese, all’inizio non ha rinunciato al suo slogan “I’m lovin’ it”.  Tuttavia, è diventato presto evidente che l’uso di parole legate all’amore nello spazio pubblico cinese non era gradito. Così si è deciso di trasformarlo in “Mi piace e basta”, grazie al quale tutte le polemiche sono cessate e l’immagine del marchio ha cominciato ad essere associata in modo positivo.

Altrettanto importante è la transcreation del logo e del colore.

Vale la pena ricordare che è fondamentale tradurre non solo gli slogan, ma anche il logo stesso e soprattutto i suoi colori. Ciò è dovuto principalmente al fatto che i diversi colori sono percepiti in modo diverso a seconda del paese. Questo si evidenzia anche in relazione a paesi che hanno culture simili. Prendiamo ad esempio il verde. In Austria è il colore della speranza, proprio come in Finlandia, dove è anche associato alla modestia. D’altra parte, per gli svizzeri sarà associato a qualcosa di indesiderato e di marcio, mentre per gli svedesi con l’inesperienza. Anche l’Italia lo associa in modo diverso. Per gli italiani è un simbolo di gioventù, di rabbia e di mancanza di denaro (“essere al verde”). Le differenze di connotazione sono enormi, quindi dovreste conoscere il simbolismo dei colori in un dato paese prima di decidere di commercializzarvi la vostra offerta.

Bisogna essere consapevoli che la mancanza di questa conoscenza può finire con il boicottaggio sia del prodotto stesso che dell’intero brand. Puma, che ha introdotto le scarpe rosse, bianche e verdi nel mercato degli Emirati Arabi Uniti, è uno degli esempi da non seguire. Sono stati incauti (o semplicemente hanno seguito ipotesi di marketing errate) a usare colori che assomigliassero a quelli della bandiera nazionale. Nella cultura araba, infatti, qualcosa che tocca il suolo è considerato impuro e malvagio, e inoltre gli abitanti di questo paese sono molto legati alla loro bandiera. Per questo motivo, questo modello di scarpe ha causato enormi polemiche negli Emirati Arabi Uniti, che di conseguenza hanno portato alla necessità di interrompere la distribuzione di questo modello sul loro mercato e hanno influenzato i risultati di vendita di tutta la filiale nazionale.

Transcreation SEO – come tradurre le parole chiave

La transcreation per le aziende non è riguarda solo il content marketing, i loghi o i colori. È anche mettere a punto un sito web che miri a raggiungere una maggiore visibilità del brand su Internet e a sfruttare il traffico degli utenti dal motore di ricerca Google, che contribuisce direttamente a migliorare i risultati di vendita. Tuttavia, per raggiungere questi obiettivi, il sito deve essere correttamente posizionato per specifiche parole chiave. Solo in questo modo l’utente che inserisce una determinata frase su Google vedrà il vostro sito e vi entrerà. Ma è necessario essere consapevoli del fatto che vengono cercate parole diverse in paesi diversi, anche se si riferiscono allo stesso concetto.

Per descrivere meglio questo collegamento, ecco un esempio. Supponiamo che qualcuno voglia avviare un’attività in proprio. Se si tratta di un americano, scriverà “how to start a business” nel motore di ricerca, proprio come una persona che vive in Gran Bretagna. Ma la traduzione letterale in italiano, “come iniziare un’azienda”, non è molto usata e suona un po’ male. Al contrario, gli italiani scrivono molto più spesso “come aprire un’azienda”. Anche se questa è apparentemente una piccola sfumatura linguistica, considerando le spese associate al posizionamento, può rivelarsi estremamente costosa e inefficiente.

Transcreation per le aziende – Cos’altro dovreste sapere?

Se siete seriamente intenzionati a raggiungere il successo su un mercato estero, dovreste occuparvi non solo di buone traduzioni, ma soprattutto della transcreation per tutto il vostro brand. Scegliendo una soluzione di questo tipo, eviterete le controversie e i problemi di immagine della vostra azienda. Dovete tenere presente che ogni paese si trova in una sfera culturale diversa e se, ad esempio, un determinato colore viene percepito positivamente sul vostro mercato nazionale, all’estero può sembrare completamente diverso. Se preparate bene la vostra transcreation, potete essere certi che il messaggio del brand sarà sempre adattato alla cultura del paese di destinazione, e quindi avrete maggiori possibilità di successo.