Come trovare lavoro senza conoscere la lingua? Vale la pena di trasferirsi?

Stai pensando di trasferirti all’estero per motivi di lavoro? È bene conoscere le lingue che ti daranno migliori opportunità di lavoro. Certo, è possibile lavorare senza conoscere le lingue straniere, ma le condizioni di lavoro sono spesso molto peggiori per chi parla sola la sua lingua. Come si trova un’occupazione di questo tipo, dove si cerca e come si svolge il processo?

Come si trova un lavoro senza conoscere la lingua?

I mercati del lavoro stranieri attirano potenziali dipendenti con stipendi competitivi. Offerte particolarmente interessanti attendono chi conosce almeno una lingua straniera quantomeno a livello base, preferibilmente quella del paese di destinazione. In che tipo di lavoro si può sperare se non si conosce questa lingua? Cercando tra le offerte di lavoro dei paesi più frequentemente selezionati, si scopre che tutti i settori disponibili sono abbastanza simili.

Lavorare in Germania senza conoscere la lingua

Per quanto riguarda la Germania, gli imprenditori apprezzano gli artigiani specializzati da vari paesi. È importante notare che la maggior parte di queste professioni non richiede comunicazione con il cliente, e quindi la conoscenza del tedesco è scarsa o nulla tra i dipendenti. Le professioni ricercate dai datori di lavoro tedeschi includono:

  • Lavoratore edile,
  • Falegname,
  • Costruttore di tetti
  • Lavoratore del legno,
  • Idraulico,
  • Operatore di macchine edili,
  • Montatore di linee di produzione,
  • Pulitore.

Vale la pena sottolineare, tuttavia, una questione chiave. Se si vuole andare al lavoro solo per una stagione, è molto probabile che il datore di lavoro prenda in considerazione l’assunzione di una persona che non parla tedesco. Tuttavia, se state pensando a un viaggio all’estero più lungo, è opportuno conoscere almeno le nozioni di base. Questo è importante soprattutto per poter comunicare liberamente con il vostro datore di lavoro, supervisori e colleghi. Può succedere che un imprenditore tedesco paghi per voi un corso di lingua, ma vale comunque la pena di imparare le basi da soli.

Lavorare senza conoscenze di lingue straniere in Norvegia

Anche la Norvegia è un paese dove ogni anno arrivano folle di migranti economici da tutto il mondo. A differenza dei tedeschi, però, i norvegesi sono un po’ più aperti alle persone che non possono comunicare in norvegese. Ciò deriva direttamente dalla consapevolezza del grado di difficoltà del norvegese. Quindi in molti casi è sufficiente conoscere l’inglese. Analizzando vari siti web con annunci di lavoro, è possibile trovare queste offerte per persone che non conoscono il norvegese:

  • Lavorare alla raccolta di frutta e verdura,
  • Autista di categoria B per Uber,
  • Lavori di magazzino,
  • Aiuto in cucina,
  • Imballaggio merci,
  • Pulitore,
  • Produzione (imballaggio),
  • Lavorare nei servizi di trasferimento. 

Queste sono le offerte di lavoro più comuni in Norvegia per le persone che non conoscono il norvegese. È chiaro che si tratta principalmente di lavori semplici, che non richiedono qualifiche particolari. Tuttavia, bisogna rendersi conto che, contrariamente a quanto può sembrare, ottenere un lavoro non è un compito semplice. Anche diverse decine di aspiranti possono candidarsi per una posizione, quindi la vostra candidatura, se non conoscete il norvegese o l’inglese, non si distinguerà in alcun modo.

Lavorare conoscendo l’inglese in Norvegia

Vi aspettano prospettive migliori se non parlate norvegese, ma parlate correntemente l’inglese. Anche se molti annunci di lavoro sono simili e i datori di lavoro norvegesi sono anche alla ricerca di persone che fanno pulizie che conoscono l’inglese, di solito si tratta di condizioni di lavoro più favorevoli. Sempre guardando i siti web di annunci, se conosci l’inglese puoi trovare uno dei seguenti lavori in Norvegia:

  • Autista di categoria C + E,
  • Imbianchino in un cantiere,
  • Operatore di carrelli elevatori,
  • Barbiere,
  • Fornitore,
  • Autista di categoria D.

Anche se non sono ancora posizioni di livello avanzato, gli imprenditori norvegesi sono più spesso alla ricerca di persone che conoscono l’inglese e che hanno determinate qualifiche o abilitazioni. E ovviamente ci sono anche offerte pagate meglio. Indipendentemente dalla posizione per cui ti candidi, avrai bisogno di una buona traduzione in norvegese del tuo CV.

Lavorare in Svezia senza competenze linguistiche

I dipendenti stranieri sono tanto propensi a scegliere un altro paese scandinavo, la Svezia, quanto a scegliere la Norvegia. E gli imprenditori svedesi cercano anche persone che lavorino senza conoscere lo svedese. Analogamente alla Norvegia, si tratta perlopiù di lavori semplici che non richiedono qualifiche particolari. Dopo aver analizzato le offerte disponibili, si possono trovare, tra gli altri, i seguenti lavori:

  • Impiegato per il confezionamento di prodotti,
  • In un magazzino,
  • In produzione,
  • In un impianto di smistamento.

Avrete un po’ più possibilità se conoscete l’inglese. In questo caso le offerte disponibili includono lavori come:

  • Impiegato generico,
  • Lavoratore stagionale in agricoltura,
  • Caporeparto,
  • Imbianchino,
  • Autista di categoria C + E,
  • Verniciatore di automobili,
  • Addetto alla manutenzione.

Tenendo conto di quanto sopra, bisogna sottolineare un aspetto: non è necessario conoscere la lingua di un certo paese per trovarvi un lavoro. Tuttavia, sarà molto meglio se si conosce almeno l’inglese e se lo si parla correntemente. Indipendentemente da dove andrete, vale sempre la pena assicurare una buona traduzione del vostro CV in inglese, così come la traduzione di altri documenti che il vostro futuro datore di lavoro vi richiederà.

Come si fa a trovare lavoro all’estero senza conoscere una specifica lingua straniera?

Questo è un problema a parte. Fondamentalmente, avete tre modi per scegliere: attraverso i siti di annunci, attraverso un’agenzia di collocamento oppure di persona presso l’ufficio di un determinato datore di lavoro. Ciascuna di queste possibilità ha i suoi pro e i suoi contro. Vi sono anche alcune restrizioni ad esse associate, che comportano un certo grado di rischio. 

Siti web con offerte di lavoro all’estero

Quando decidete di cercare un lavoro su siti di annunci, in quasi tutti i paesi troverete sia siti web in lingua straniera che siti web nella vostra lingua. È importante ricordare, tuttavia, che è improbabile che un imprenditore straniero metta direttamente un annuncio nella sua lingua per cercare qualcuno che non la sa parlare. Al contrario, se cerca anche dipendenti che non parlano la sua lingua utilizzerà un altro sito web o i servizi di un’agenzia di collocamento.

Quindi voi, in qualità di futuri dipendenti alla ricerca di un lavoro, se cercate su un sito web nella vostra lingua rischiate innanzitutto di non sapere con chi state effettivamente parlando. Probabilmente riceverete anche pochissime informazioni sul vostro futuro datore di lavoro, il che in pratica significa poter trovare condizioni completamente diverse da quelle scritte nell’annuncio. Non siete nemmeno sicuri se state effettivamente contattando un rappresentante ufficiale di una società straniera o se state parlando solo con un agente.

Lavorare attraverso le agenzie di collocamento

In questa situazione, la ricerca di un lavoro all’estero attraverso un’agenzia di collocamento sembra essere un’opzione molto più semplice. A condizione, tuttavia, di conoscere in anticipo la credibilità di tale azienda leggendo le recensioni su Internet o chiedendo ai propri amici. Le agenzie di collocamento più famose sono Manpower, Randstad, Adecco, Allegis, Hays e Kelly Services. Qui troverete offerte di lavoro provenienti da diversi settori e in diversi Paesi. Questi sono marchi con una reputazione riconosciuta, quindi si rischia relativamente poco e si può sempre contare sulla loro assistenza, in caso di problemi.

Ricerca di lavoro direttamente presso un datore di lavoro

In teoria, il modo migliore per trovare un lavoro all’estero è quello di cercarlo direttamente e di persona. In pratica, però, se non si conosce la lingua, sarà molto difficile mettersi in gioco. Conviene scegliere questo percorso conoscendo anche la lingua inglese a livello base, oltre ad avere risparmi per coprire il costo della vita per i primi tre mesi.

Tuttavia, è importante sapere che è possibile abbassare un po’ i costi iniziali decidendo di partecipare al programma di scambio culturale Workaway. L’idea alla base di programma è semplice: si lavora come volontari in qualsiasi paese, e in cambio del proprio lavoro si ottiene alloggio e vitto. Questo è un ottimo modo per darvi il tempo di trovare un lavoro per il quale riceverete una retribuzione regolare. Troverete anche dei contatti e, soprattutto, conoscerete le specificità di un determinato mercato del lavoro locale.

Lavorare senza conoscere una lingua straniera è possibile

Come si fa a trovare un lavoro senza conoscere la lingua? In realtà si può ed è chiaramente dimostrabile dopo aver analizzato le offerte di lavoro disponibili in Germania, Norvegia e Svezia. Tuttavia, se si pensa a un soggiorno all’estero più lungo, vale la pena imparare almeno le basi della lingua parlata dagli abitanti del paese di destinazione. Un’alternativa interessante alla ricerca di un’occupazione è quella di pianificare un viaggio nell’ambito del programma di scambio culturale Workaway. Nonostante lavoriate come volontari, l’alloggio e il vitto vi sono assicurati in modo da poter cercare un lavoro in tutta sicurezza mentre siete già nel paese di destinazione. Indipendentemente dal luogo in cui volete andare a lavorare o dal fatto di conoscere o meno la lingua, dovrete preparare una buona traduzione dei documenti di assunzione. Quello che vi consigliamo di fare è dare un’occhiata al nostro modulo di richiesta traduzione.