Scrivere sul web. 5 consigli per catturare l’attenzione dei lettori

Spesso sottovalutiamo il potere delle parole e ancora più spesso sottovalutiamo l’importanza del mezzo con cui vengono trasmesse. Leggere segni su carta o leggerli sullo schermo di un pc o di uno smartphone sono due esperienze molto diverse. Nel mondo digitale è tutto più veloce e quindi lo è anche la lettura. E se cambia il modo di leggere allora deve cambiare anche il modo di scrivere: a parte le basi della grammatica, le vecchie regole imparate a scuola non servono quasi più. Servono invece questi 5 consigli per scrivere sul web senza annoiare gli internauti.

Catturare l’attenzione

Sapete cos’è la tecnica della piramide rovesciata? Significa mettere le informazioni importanti all’inizio: se il vostro articolo risponde a una domanda l’utente vuole trovare subito quello che cerca e poi magari approfondire l’argomento con riflessioni e ragionamenti vari. È così che vanno strutturati i testi: prima le informazioni importanti, poi il resto. Se catturate l’attenzione allora l’utente arriverà fino in fondo. Per farlo focalizzate subito bene l’argomento e sviluppatelo in modo chiaro. Ma l’attenzione del lettore sul web è molto bassa e al primo accenno di noia preferirà cercare altrove senza perdere tempo.

La scrittura

Per evitare che ciò accada serve uno stile di scrittura veloce, leggero, senza paroloni, ma anche senza eccessive semplificazioni. Ricordate che nel mondo digitale l’approccio del lettore è meno formale, quindi la scrittura dovrà essere colloquiale, amichevole e improntata alla positività. Ma non trascurate la SEO, cioè l’ottimizzazione per i motori di ricerca: cercate di usare parole chiave, ripetere i concetti importanti e utilizzare una sintassi semplice senza frasi troppo lunghe.

Non solo scrittura

La parte importante la fanno le parole, ma non bisogna sottovalutare gli altri media. La pagina web non ha le limitazioni della pagina di un libro o di un giornale. Si possono aggiungere video, grafici, immagini e strumenti interattivi, che aiutano a mantenere alta l’attenzione del lettore, ma anche a rendere meno piatta la superficie della pagina web.

L’occhio vuole la sua parte

Una pagina fitta di parole stanca l’occhio ancor prima che venga letta e fa scappare gli utenti, che non hanno tempo da perdere. Per questo è importante suddividere il testo in paragrafi di non più di 7/8 righe, titolati con una scritta in corpo un più grande che crei degli spazi vuoti fra un paragrafo e l’altro per far “respirare” la pagina. Per gli articoli particolarmente lunghi, ma anche per tutti gli altri, meglio aggiungere un sommario all’inizio, sfruttare gli elenchi puntati e utilizzare il grassetto per mettere in risalto le parole chiave.

Occhio alla grammatica

Quello imparato a scuola mettetelo da parte, ma di certo non la grammatica. È vero che sul web un errore di corregge in pochi secondi, ma rimane fondamentale rivedere ed editare i testi prima di pubblicarli. Uno strafalcione grammaticale può azzerare la vostra credibilità e far scappare via il lettore. 

Consiglio bonus

Il web permette anche di raggiungere un pubblico molto vasto, per cui prendete in considerazione la possibilità di fare traduzioni dei vostri articoli e diffondere il vostro brand. Ma se non siete esperti di traduzione, meglio affidarsi a servizi come [inserire nome sito]. Perché ricordate: un piccolo errore può essere fatale.